Cinque idee su come visitare l’Europa in treno in sette giorni

 

 

Bratislava

Bratislava

Foto di pixabay Pubblico Dominio di wamy82

Pochi soldi in tasca, tanto spirito di avventura, pochi giorni di vacanza e sete di Europa. Viaggiare per questo continente, l Europa si può anche (e soprattutto) con gli ingredienti sopracitati. Lo spirito di avventura in primis. Ecco idee, cinque grandi itinerari di viaggio della durata di una settimana da fare in treno per la bella Europa.
Perché il treno? Viaggiare in treno è uno dei modi migliori per vedere l’Europa, che è un continente piuttosto compatto e facile da girare. Inoltre il lato economico è un altro aspetto da non sottovalutare se si sceglie questa tipologia di viaggio. Allora zaino in spalla e pronti a partire.

1) Nord Europa: canali e cioccolato
La nostra prima idea di viaggio inizia dalla suggestiva Amsterdam dove si può trascorrere un paio di giorni a passeggio per i canali della città, nei suoi musei e nei suoi locali. Da qui si può prendere un treno e visitare la graziosa città belga di Bruges (si trova a 3 ore di distanza). Si può trascorrere il pomeriggio alla locale festa del cioccolato e della birra per poi salire, la mattina successiva, in cima alla torre Belfort o dove si può fare una gita in barca prima di prendere un treno nel pomeriggio per Parigi (che dista 3 ore). Qui si ha l’imbarazzo sul cosa fare, si può dunque optare per visitare i vostri posti favoriti nei prossimi due giorni. Da Parigi ci si organizza poi per prendere un treno per la città più antica della Svizzera, Chur, sulle rive del Reno (che dista 5 ore). Si può trascorrere la notte in Coira per poi prendere, la mattina successiva, il Bernina Express, e fare uno dei viaggi in treno più spettacolari d’Europa attraverso un meraviglioso paesaggio alpino in Ticino in Italia, dove si passerò ad un treno locale per Milano (per un totale di 7 ore). Una volta vista la capitale della moda si può optare per Venezia, oppure si può visitare la Liguria. In Italia le cose da vedere sono tantissime. E una volta “a casa” sarà divertente scegliere la prossima tappa a seconda del tempo che si ha ancora a disposizione.

2) Italia: pizza, mare, arte
Ecco il secondo itinerario. Si può iniziare il viaggio trascorrendo un paio di giorni a Venezia, qui è imperdibile una crociera sul Canal Grande per poi perdersi nei vicoli e nelle folle a Piazza San Marco e al Palazzo Ducale. Poi si può prendere un treno a Firenze (dista circa 2 ore) e trascorrere il pomeriggio nella bella città rinascimentale. La mattina in treno in un’ora e mezza si arriva a Roma dove si potrà trascorrere tutto il pomeriggio ed il giorno successivo a visitare i luoghi storici della nostra capitale prima di risalire in treno per la bella Napoli (che dista 1 ora e 10 minuti). Se si ha tempo si possono vistare le vicinanze: Sorrento, Ercolano e Pompei. IL viaggio termina con un paio di giorni in Sicilia raggiungibile, dopo il viaggio in treno, con un viaggio di 30 minuti attraverso lo Stretto di Messina.

3) Europa dell’est: musica e dolci
Un’altra opzione ci vede arrivare, rigorosamente in treno, nella capitale ungherese Budapest dove trascorreremo un paio di giorni, poi prenderemo un treno per Bratislava, in Slovacchia (dista 2,5 ore), una città compatta, sulle rive del Danubio. Qui si può trascorrere il pomeriggio e la mattina successiva visitando la città del 18 ° secolo mixata con l’architettura socialista dell’epoca. Poi si partirà per la volta di Vienna in Austria (1 ora di treno oppure, se avete voglia di un cambiamento di tipologia di viaggio, si può optare per la barca visto che le due città sono anche collegate da crociere lungo il Danubio). Qui si possono visitare i palazzi ornati, ci si può rilassare ad un concerto di Mozart al Teatro dell’Opera e fare il pieno di deliziosi Sachertorte in una casa di caffè. Il viaggio successivo ci porterà a Lubiana in Slovenia (dista 6 ore) per trascorrere un paio di giorni ad esplorare l’affascinante città vecchia. Quindi si potrà terminare il viaggio a Zagabria, oltre il confine con la Croazia (2,5 ore), dove si può trascorrere una giornata a visitare i suoi musei, le sue gallerie e le sue chiese.

4) Spagna e Portogallo: paella e porto
Il viaggio inizia nella città costiera spagnola di Barcellona dove si possono trascorrere un paio di giorni ad ammirare le opere di Gaudi ed a catturare raggi di sole in spiaggia. Poi si può prendere un treno che ci porta lungo la costa di Valencia (3 ore) dove si potrà trascorrere l’intero pomeriggio e la mattina successiva ad esplorare il mix di architettura antica e moderna della città e soprattutto dove si può gustare la paella nel suo luogo di origine. Un breve viaggio in treno (1,5 ore) ci porterà verso l’interno per la capitale spagnola Madrid dove si potrà trascorrere il pomeriggio e il giorno successivo visitando parchi e le gallerie. Poi si può prendere il treno la sera stessa salutando Madrid poco prima di 10:00 e arrivare a Lisbona alle 7.30 del mattino successivo. Si possono trascorrere un paio di giorni nella capitale del Portogallo ammirando la sua street art e banchettando con frutti di mare. Infine si parte per la volta di nord di Porto (3 ore) e si termina la giornata (e la vacanza) con una degustazione di porto sulle rive del Douro.

Vienna

Vienna

Foto pixapay Pubblico Dominio di cocoparisienne

5) Scandinavia: fiordi e funicolari

Il nostro viaggio inizia con un paio di giorni nella capitale danese Copenaghen dove si può passeggiare per le strade acciottolate, dove si può fare shopping nei i negozi di design e dove si può pranzare nei ristoranti con stelle Michelin in Nyhavn. Poi si prende il treno sul ponte Öresund Link e il tunnel in Svezia e si arriva a Stoccolma (5 ore). Si può trascorrere la giornata visitando la città, dal medievale Gamla Stan alle centinaia di isole dell’arcipelago. Poi si intraprende un viaggio attraverso il confine con la Norvegia e Oslo (6,5 ore), dove si può gustare la cultura scandinava e dove si possono visitare i musei e le gallerie d’arte della città. Si può prendere la strada panoramica ferroviaria verso la costa accanto, prima il treno linea principale di Myrdal (4,5 ore) e poi la ferrovia di montagna Flåmsbana a Flåm (50 minuti). Si può passare la notte sul bordo dei fiordi e fare una crociera fuori nel Sognefjord prima di viaggiare su a Bergen il giorno successivo (2 ore). Il viaggio termina con una visita al mercato del pesce e una splendida vista panoramica dalla funicolare al Monte Fløyen.

Rispondi