Le migliori destinazioni secondo i travel blogger del 2018

C’è chi viaggia per lavoro, chi per passione, chi è obbligato a farlo per studio, chi per amore, chi per divertimento…Insomma, viaggiare può essere un dovere, certo, ma anche in quel caso, ne siamo certi, si può sempre trovare il lato piacevole, interessante, istruttivo. Perché il viaggio è conoscenza, e la conoscenza è sapere, che arricchisce ogni viaggiatore.

A volte può essere stimolante partire all’avventura, senza un itinerario prestabilito, o addirittura senza sapere, con precisione, dove andare. In linea di massima, un’esperienza così appassiona i turisti più giovani ed intraprendenti, che non amano programmare né, tanto meno, prenotare nulla. Noi, invece, questa volta ci affidiamo ad un team di esperti. Stiamo parlando del portale HomeToGo, una vera e propria guida turistica a 360°, con idee e suggerimenti “all over the world”!

In questo caso, poi, tramite la ricerca su HomeToGo, avremo a disposizione il parere (e l’entusiasmo!), di 13 travel blogger che, fra ricordi di viaggi già effettuati, e desideri per altri in programma, ci possono indicare alcune mete da visitare nel corso del 2018, come buon proponimento entro la fine dell’anno. E allora, facciamoci consigliare e…partiamo!

Senegal

Anna Pernice è la nostra prima influencer. Consultando il suo blog, travelfashiontips.com, ne siamo certi, troverete molte idee e tanto entusiasmo. Consigli per destinazioni in ogni continente, dalla varie regioni d’Italia, sino alle terre più lontane, asiatiche, americane ed africane. E proprio da queste ultime che abbiamo preso nota del primo suggerimento di Anna, che ci ha contagiati per il suo entusiasmo a parlare del Senegal.

Una delle mete africane forse meno tradizionali, ma assolutamente affascinante per l’ottimo clima, caldo tutto l’anno, e per gli straordinari paesaggi, comprese le spiagge bianchissime e ricche di conchiglie. Per i più avventurosi, poi, non si esclude la possibilità di un safari, o l’esplorazione della foresta pluviale, o dell’inusuale Lago Retba, dalla particolare colorazione che va dal rosa al viola, a causa di un effetto dovuto ai batteri contenuti nelle alghe, le cui acque presentano una concentrazione di sale superiore a quella del Mar Morto.

Capri

Per Arianna di eguardoilmondodalmioblog.com, invece, una delle destinazioni da non perdere per il 2018 è l’isola di Capri, con particolare riferimento ad Anacapri. Spesso, infatti, non c’è bisogno di volare all’altra parte del mondo per ricevere emozioni da un viaggio, ed in questo caso la famosa isola dei faraglioni ne è davvero l’esempio.

Se spesso pensiamo di visitare Capri con un “semplice” tour fra Piazzetta e Grotta Azzurra, possiamo in realtà scoprire che per visitare l’isola sarebbe opportuno restare almeno 3 o 4 giorni. Ad Anacapri si arriva con il pullmino che parte dal centro dell’isola, e se Capri è mondana e alla moda, per scoprire invece il lato più verace e selvaggio bisogna affrontare i 3 km di tornanti a picco sul mare, raggiungendo così questo secondo comune dell’isola. Nel suo centro storico, è ancora possibile passeggiare tranquillamente tra silenziose viuzze variopinte, ricche di gerani e bouganville.

Filippine

E poi incontriamo Claudia Vannucci che, con il suo viaggiverdeacido.com, non vede l’ora di tornare nelle Filippine, che le sono rimaste negli occhi e nel cuore. Ci ha raccontato che gli abitanti sono esattamente come ne sentiamo sempre parlare, sorridenti, gentili ed accoglienti, tanto da esserne rimasta letteralmente conquistata!  Un po’ meno affascinata dalla confusione e dal traffico di Manila, la capitale cosmopolita, ma in fondo c’è da aspettarselo, e forse anche questo rientra nel fascino di questa terra tropicale.

Per un’esperienza indimenticabile, dopo un volo interno più 4 ore di tragitto in van per l’isola di Cebu, si raggiunge Oslob dove, i più esperti, ed intraprendenti…, possono nuotare con gli squali balena. Chi preferisce un relax spettacolare, invece, può dedicarsi all’esplorazione dell’isola, magari affittando un motorino, visitare le splendide cascate di Aguinid Falls o passare qualche ora su una spiaggia di coralli.

Edimburgo

Terminiamo la nostra breve carrellata dei consigli dei travel blogger con Lucrezia e Stefano, del blog inworldshoes.com, una giovanissima coppia dalle mille passioni comuni fra cui, ovviamente, quella dei viaggi. Il loro suggerimento per una meta imperdibile 2018 ci porta ad Edimburgo, capitale della Scozia. Misteriosa ed inquietante, ma proprio per questo assolutamente da vedere, anche solo per un week end, è essenzialmente divisa in due parti.

La New, ovviamente quella più moderna e meno avventurosa, e la Old Town, la più antica ed affascinante, che racchiude in sé miti e leggende da brividi. Irrinunciabile, se siete da queste parti, un “ghost tour” guidato, della durata di un paio d’ore, che si snoda lungo i vari “close”, le strette vie che circondano la strada principale della Old Town. L’itinerario, alla scoperta dei fantasmi di Edimburgo, è accompagnato da una guida che seguirà il percorso, accompagnata da proiezioni di immagini sui vecchi muri della città, per rendere ancora più suggestive le vicende che si ascolteranno. Da aprile ad ottobre, il tour dei fantasmi è organizzato ogni sera. Imperdibile!

Rispondi