Nuovi itinerari dalla Sardegna per la Costa Crociere

Pochi giorni fa la compagnia di navigazione Costa Crociere ha reso pubblica la nuova programmazione per l’anno 2015, e la Sardegna avrà un ruolo di prim’ordine in questo programma.

La compagnia ha deciso di puntare forte sull’isola sarda e prevede nei prossimi giorni di movimentare una cifra vicina ai cinquemila passeggeri. Nella stagione 2015 ci saranno ben 32 scali in Sardegna, suddivisi tra i maggiori porti di Olbia e Cagliari. Questa è un’ulteriore dichiarazione da parte della Costa Crociere di voler puntare in modo deciso sulle crociere nel Mediterraneo, che sembravano essere state messe un po’ da parte negli ultimi anni.

La Costa propone inoltre da quest’anno l’innovativa formula soddisfatti o rimborsati, che offre la possibilità a chi prenota prima del 31 di maggio di “provare” la crociera per le prime 24 ore, trascorse le quali il cliente potrà concludere la sua vacanza e scendere dalla nave usufruendo del rimborso totale del costo della crociera.

Fino a fine maggio è prevista una crociera che partirà da Cagliari per un itinerario di sette notti alla scoperta di Spagna, Francia e Malta. Lo stesso itinerario sarà poi riproposto in periodo autunnale sempre partendo dal porto di Cagliari, più precisamente dal 16 di settembre fino al 25 di novembre, a bordo della Costa Favolosa.

Costa_Favolosa

Foto CC-BY-SA di Andrsvoss

Nel periodo estivo invece, da fine maggio a metà settembre, sarà la volta della Costa Neoriviera, con undici partenze dal porto di Olbia alla scoperta del Mediterraneo. Saranno parte dell’itinerario alcune tra le isole più belle del nostro mare, come l’Isola d’Elba, la Corsica, Capri e Malta.

Per chi prenota con un certo anticipo non sarà difficile trovare crociere con buoni sconti e ottime offerte. Questa programmazione è un’ottima soluzione per chi non ha mai esplorato a fondo le meraviglie del Mediterraneo o per chi ha intenzione di riscoprirle, per non dimenticare che a volte si possono trovare luoghi meravigliosi senza andare a migliaia di chilometri di distanza.

Rispondi