Monza, passeggiare tra arte e storia

Tra la Brianza e Milano, nell’alta pianura lombarda sorge Monza. Monza è una ricca città d’arte che ha tanto da far vedere: spazi aperti di grande interesse, Chiese, monumenti e musei.

Il Fiume Lambo attraversa la città per poi dare vita al Lambretto, Monza è attraversata anche dal Canale Villoresi, creato artificialmente nel XIX secolo. Il Lambro è, a sua volta, attraversato da diversi Ponti , tutti molto suggestivi come il Ponte D’arena, il Ponte dei Leoni (per la presenza di quattro leoni di marmo sul basamento), il Ponte delle Grazie Vecchie, il Ponte di San Gerardino, i Ponti del Parco di Monza. Attraversare questi ponti significa poter ammirare le tante bellezze storico artistiche che questa città offre. I rioni del centro storico, ad esempio, come i Mulini e San Gerardino.

Tra le tante opere che Monza regala c’è il  Duomo che si affaccia su Piazza Duomo e che al suo interno ospita il Museo. Tra le tante bellezze del Duomo è certamente da citare la torre campanaria, risalente al 1592, alta circa 75 metri, che rappresenta un vero e proprio gioiello del paesaggio della Brianza.

Monza DuomoOltre al Duomo, per quel che concerne gli edifici religiosi, a Monza si possono visitare tantissime Chiese. Citiamo le principali: la Chiesa di San Gerardino dove il santo ha fondato nel XII secolo il suo ospedale; la Chiesa di Santa Maria al Carrobiolo costruita nella prima metà del 1200; la Chiesa di Santa Maria delle Grazie risalente al 1463; la Chiesa di San Maurizio dove visse la famosa Monaca di Monza; la Chiesa di San Gerardo dove vi sono custodite le sue spoglie; la Chiesa di Santa Maria in Strada, la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, la Chiesa di SAn Carlo, la Chiesa del Sacro Cuore.

E poi le Cappelle come quella dedicata alla Madonna Immacolara: Cappella di Villa Reale del XVIII secolo o come la Capella di Villa Mirabello.

Meritevole di visita la Villa Reale costruita come simbolo della maestosità della corte asburgica, per l’arciduca Ferdiando d’Austria che voleva una villa fuori città.

E poi l’Arengario, l’antico Palazzo Comunale risalente al XIII secolo.

Tra le ville e i palazzi storici è doveroso citare Casa TOrre dei Gualtieri, Palazzo Calloni, Villa Archinto Pennati, VIlla Carminati-Ferraio, Palazzo Crivelli Mesmer, Villa Durini, Villa Mirabello e Villa Mirabellino e Villa Reale

Ovviamente anche i monumenti abbondano e qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Passeggianto per la città si possono incontrare il Monumento a Vittorio Emanuele, quello a Garibaldi, il MOnumento a Mosè Bianchi, quello ai caduti, la Fontana delle rane, la Fontana di Giò Pomodoro, la Statua di San Carlo Borromeo e quella di San Michele.

Oltre alla storia Monza regala anche spazi aperti come il suo Parco che è uno tra i maggiori parchi storici europei, una sorta di museo all’aperto (recintato da mura) che regala un paesaggio meraviglioso ed è ricco di testimonianze architettoniche e storiche.

E poi il meraviglioso roseto, soggetto di un concorso annuale per la rosa pià bella, che si trova nei Giardini della villa reale. Nei giardini è presente un laghetto e non è inusuale vedere cigni e germani reali. Vicino al laghetto si può vedere una Torretta del XII secolo

Altro polmone di Monza è l’Area verde della Cascinazza.

Notissimo l’Autodromo Nazionale di Monza, il circuito automobilistico che ospita il Gran Premio d’Italia, tra un museo, una Chiesa, un parco vale la pena di farsi un giro anche lì.

Rispondi