L’assicurazione sanitaria viaggio: cos’è e perché è fondamentale

Quando si parte per un viaggio può capitare di incorrere in inconvenienti di vario genere, come ad esempio un piccolo imprevisto correlato ad un incidente, o a qualche giorno di malattia. Cercare delle cure mediche in un Paese straniero non è così semplice come sembra, anche perché in molti Paesi del mondo questo aiuto deve essere pagato al momento. Se stai organizzando le vacanze con la tua famiglia affidati all’assicurazione sanitaria viaggio. Si tratta di una polizza che copre le spese sanitarie all’estero, ma che ti può consentire anche altri vantaggi.

Cos’è l’assicurazione sanitaria di viaggio

Stiamo parlando di una polizza assicurativa che copre tutte le eventuali spese correlate all’utilizzo dei servizi sanitari nel luogo in cui siamo in vacanza. Sono poi disponibili servizi molto diversi tra di loro, che comprendono in genere il pagamento delle spese mediche, con un tetto massimo o illimitate a seconda dei casi. Alcune compagnie assicurative garantiscono anche l’assistenza sanitaria, con la consulenza medica telefonica, la traduzione di una cartella clinica, l’invio di medicinali urgenti o mille altri tipi di servizi che possono essere utili caso per caso. Quando ci si allontana molto dal proprio Paese può capitare di trovarsi in zone di ogni genere, alcune delle quali con un servizio sanitario pessimo, oppure in situazioni pericolose. Non serve per forza trovarsi nella giungla del Borneo, anche in molte grandi città, accedere al servizio sanitario non è poi così facile. Conviene anche tenere conto del fatto che nella maggior parte degli Stati del mondo il servizio sanitario è a pagamento, non come avviene in Italia. Doversi sottoporre ad un piccolo intervento, un osso rotto o anche semplicemente la necessità di farmaci o di una visita specialistica sono tutti eventi che potrebbero farci sborsare cifre elevatissime.

Che tipo di assicurazione sanitaria

Spesso le assicurazioni sanitarie viaggio sono comprese all’interno di un pacchetto più ampio, che propone anche altri tipi di servizi. In questi casi ci troveremo al riparo da qualsiasi evenienza negativa che ci può capitare mentre siamo in viaggio. Ad esempio un volo che parte in ritardo e ci costringe a modificare la prenotazione del soggiorno; la perdita del bagaglio in aeroporto, la perdita o il furto di beni che hanno un certo valore, come ad esempio lo smartphone o il computer portatile. Tutti questi eventi possono causare seri problemi mentre si è in viaggio, che sia per svago o per lavoro poco importa. Quando si sta organizzando il soggiorno e il volo spesso si tende a non pensare a queste eventualità, mentre purtroppo sono più frequenti di quanto si possa valutare a freddo, mentre si è a casa a sognare la vacanza perfetta o un viaggio di lavoro da effettuare con i colleghi o con il capo. Le assicurazioni sanitarie di viaggio possono comprendere diverse garanzie opzionali, per le quali è bene informarsi caso per caso. Le proposte delle compagnie assicurative infatti sono molto variegate e possono anche essere cucite direttamente sulle esigenze del singolo viaggiatore. Per questo motivo è bene non solo richiedere informazioni su tutti i servizi che si desiderano, ma anche verificare caso per caso il contratto che ci viene proposto, andando ad osservarne le clausole e le coperture.

Quanto costa

Non è possibile dare un’indicazione generale su quanto costa un’assicurazione sanitaria di viaggio. Del resto i prodotti oggi disponibili sono molteplici e i viaggi che possono godere di questo tipo di copertura sono i più variegati possibili. Ovviamente uno dei parametri che modifica ampiamente il costo dell’assicurazione è la durata del viaggio e anche il luogo in cui si trascorrerà il proprio tempo. Oltre a questo molto dipende dal numero dei soggetti coperti dalla polizza: un singolo o un’intera famiglia, ad esempio. Sono importanti componenti del costo finale anche le singole coperture o le evenienze comprese nella polizza. Ci sono assicurazioni sanitarie che coprono anche le spese effettuate per il rientro dei compagni di viaggio di un soggetto costretto in ospedale, o anche per il rientro di un minore non accompagnato. Ci sono casi in cui ci viene garantito l’aiuto da parte di un interprete, o anche polizze in cui facciamo rientrare non solo le spese sanitarie ma anche la cancellazione di un volo o le spese causate dal furto del bagaglio.

Rispondi