Educazione al Patrimonio, corso itinerante alla scoperta delle torri pugliesi

Inizia un nuovo corso itinerante attraverso lo studio e la scoperta delle torri di avvistamento sulle coste pugliesi e i castelli salentini.

Questa iniziativa nasce in Salento, terra ricca di strutture militari storiche di pregio tipo castelli e torri di avvistamento. Sembra strano che la concentrazione più alta sia proprio in questo territorio, ma effettivamente in diversi periodi storici si sono susseguite una serie di famiglie colonizzatrici che hanno voluto, ognuna per loro epoca storica, lasciare un segno maestoso, appunto come castelli, masserie e torri d’avvistamento. Oggi questi luoghi se recuperati e restaurati sono divenuti  musei, location per mostre o molte volte aziende agrituristiche, in grado di ospitare turisti in mezzo a paesaggi rurali che caratterizzano il Salento.

Per l’anno 2017/2018 Italia Nostra, nello specifico la Sezione Salento Nord/Ovest, ha deciso di organizzare un corso itinerante di educazione al patrimonio, prendendo spunto dalla L. 13 luglio 2015 n. 107 sulla Riforma del Sistema Nazionale di Istruzione e Formazione, che ha l’obiettivo di formare un interesse per la curatela del patrimonio territoriale, sempre più degradata e dimenticata. Informazione, condivisione di conoscenze, competenze in ambito di tutela del Patrimonio storico e culturale, progetti di sviluppo sostenibile, e attenzione al paesaggio.

Accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il corso è rivolto a docenti, studenti e professionisti. Le modalità di partecipazione sono di tipo interattivo e laboratoriale, appunto per sensibilizzare l’attenzione al paesaggio. La formazione verrà offerta da Dirigenti dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bari e Lecce, oltre che da dirigenti scolastici, docenti universitari e svariati professionisti di fama regionale e nazionale.

Il corso prevede 24 ore di seminari in loco e 16 ore invece di corso online.

Il calendario è già stato redatto e I primi appuntamenti di gennaio si sono tenuti già il 15 e 22 gennaio 2018. Per il mese di febbraio invece sono previsti appuntamenti il 16 e il 26. Mentre gli ultimi tre incontri sono stati fissati il 12, 19 e 26 marzo.

Le sessioni plenarie tratteranno di rapporti scuola-impresa per l’occupazione giovanile, il Patrimonio culturale a rischio di abbondono e quindi i beni culturali come risposta turistica. La musealizzazione, lo sviluppo locale e al contempo l’espressione di relazioni interculturali.

MIUR e Italia Nostra consegneranno il primo l’attestato di partecipazione, mentre il secondo si preoccuperà di fornire gli attestati delle attività svolte online. Questi momenti culmineranno a Porto Cesareo nel mese di giugno, in occasione della III edizione dell’Alto Riconoscimento “Virtù e Conoscenza”.

Le torri di avvistamento sulle coste del Salento oltre che avere un grande valore storico rappresentano una ghiotta oportunità turistica. Non possiamo dimenticare che le più note località turistiche del Salento come Torre dell’Orso con i suoi numerosi villaggi, Torre Lapillo, Torre Chianca, Torre San Giovanni e tantissime altre conservano ancora oggi, sul proprio teritorio, le bellissime torri costiere.

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Rispondi