Skikda cosa vedere e cosa fare

Mai sentito parlare di Skikda? Niente di strano se la risposta è negativa, non è una città molto conosciuta. Ma questa caratteristica è proprio ciò che la rende interessante, visto che il turismo di massa non l’ha ancora scoperta.

Sveliamo dunque che SKIKDA è una città che si trova in Algeria, nella parte orientale della costa, non lontano da Annaba, nella baia omonima, tra il Cap de Fer e il Cap Bougaroun. Dista 338 kilometri dalla capitale Algeri. Si tratta di un porto molto importante dal punto di vista commerciale e industriale, con un buon collegamento ferroviario e stradale con le città interne come per esempio Costantina, che dista solo 60 km.

skikdaFoto CC-BY-SA 2.0 di Reda Kerbouche

Negli ultimi anni la città sta puntando molto sul turismo internazionale che finora era più concentrato sulla capitale Algeri o sulle altre città costiere come Orano o Annaba; gli Algerini però da sempre hanno apprezzato e scelto Skikda per le loro vacanze. Non c’è da sorprendersi dal momento che le spiagge di Skikda non hanno nulla da invidiare alle altre spiagge algerine e meritano di essere più conosciute anche dai turisti stranieri, soprattutto da quelli che sono stanchi di passare le vacanze in posti tutti uguali, con spiagge affollate, dove bisogna stare attenti a non calpestare gli altri.

Chi ha la fortuna di arrivare a Skikda, magari in traghetto, non sarà deluso: avrà modo di alloggiare in moderni alberghi, anche lussuosi, molti dei quali hanno la loro spiaggia privata; potrà mangiare piatti gustosi nei ristoranti di cucina tipica sparsi in città, ma anche in quelli che propongono la cucina internazionale e, naturalmente, quella francese che qui è sempre presente .

I riferimenti alla Francia sono effettivamente tanti, ma è assolutamente normale vista la storia della città, iniziando dal nome che era Philippeville. Infatti, fino all’indipendenza dell’Algeria, i Francesi hanno avuto modo di lasciare molte testimonianze, come per esempio alcune opere del famoso architetto Le Corbusier (una di queste è il Palazzo del Municipio). Il monumentale porto ha richiesto lunghissimi anni per diventare ciò che oggi può essere considerato uno dei più importanti porti algerini, sia per il commercio e l’industria che per la pesca. Anche il porto turistico è sempre più utilizzato da navi e traghetti provenienti da varie nazioni.

La città è moderna e può offrire tutto ciò che interessa al turista che desidera passare una vacanza di relax in spiaggia, con qualche passeggiata dedicata allo shopping, senza dimenticare una buona cena a base di couscous algerino in qualche ristorante tipico. Certo non ci saranno da visitare come in altre città molti monumenti antichi, perché purtroppo della città antica romana non restano che alcune vestigia conservati in vari palazzi come per esempio nel municipio.

Ciò che invece si può fare, per passare una o più giornate diverse, e cambiare così completamente paesaggio, è visitare i dintorni; si può andare per esempio a Costantina che si trova su un altopiano roccioso, circondata dalle gole dell’Uadi Rhumel, e che si presenta al viaggiatore che arriva con un panorama indimenticabile; dopo aver visitato la città si può proseguire e ammirare tutta la regione che offre paesaggi completamente diversi da quelli della costa, con foreste e vaste zone dedicate alla coltivazione di cereali, agrumi e vite e all’allevamento di ovini e caprini.

Tornando a Skikda e al suo mare, ci sono numerose spiagge, come la Paradis Plage, Le Château Vert, la Plage Casino, le Lido o la Plage Marquette. Si può visitare, a soli 3 kilometri, l’Isola Srigina con il suo faro del 1906, le Phare Rouge e, facendo un giro in barca, ammirare tutti gli isolotti che si trovano nella baia (alcuni, anche se hanno un nome, sono così piccoli che in effetti sembrano dei semplici scogli che affiorano dall’acqua). Allontanandosi di poco dalla città c’è il villaggio di Stora, con la sua bellissima spiaggia e il faro.

Passeggiando in città, la zona più suggestiva è quella delle Arcades; qui vicino ci sono numerosi bar e ristoranti; invece nelle “pâtisseries” (pasticcerie), che sono in maggior parte anche delle sale da tè, si possono trovare dei dolci e delle torte favolose. È molto piacevole sorseggiare un tè assaporando uno dei tanti dolci proposti, sia della tradizione algerina che di quella francese. Il punto di ritrovo degli abitanti è La Place, la grande piazza che si trova di fronte al municipio; qui si danno appuntamento giovani e vecchi, per chiacchierare e passeggiare.

Sulla costa ci sono alcuni parchi e riserve naturali molto interessanti, anche se un poco distanti da Skikda. In direzione della Tunisia, poco dopo Annaba, che dista 103 km da Skikda, c’è la Riserva di El Kala. Invece, in direzione di Algeri, vicino alla città di Jijel, ci sono i Sentieri Sottomarini di El Aouana, che rappresentano un esperimento abbastanza unico nel suo genere. Un poco più lontano, a 180 km da Skikda, c’è la città di Taza con il suo Parco Nazionale Costiero.

skikda_algeriaFoto CC-BY-SA di Oussama.bouakba

La città di Skikda, come d’altronde tutta la regione, che si tratti della costa o delle zone interne, alla fine della vacanza, sarà stata una bella scoperta e un’esperienza che si avrà certamente voglia di ripetere!

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Rispondi