Pasqua a Praga

Per chi fosse indeciso sulla destinazione da scegliere per le prossime vacanze pasquali, un’idea da tenere presente è quella di recarsi a visitare la splendida capitale della Repubblica Ceca. Città misteriosa ed altamente affascinante in ogni giorno dell’anno, Praga regala il meglio di sè durante il periodo pasquale, quando le temperature iniziano a farsi più miti e le giornate cominciano ad illuminarsi di quella luce brillante tipica della stagione primaverile.

Visitare la capitale ceca in occasione di questa festività è anche una bella opportunità per scoprire un lato della cultura locale che era andato perso durante il comunismo, quando vennero ripudiate tutte le celebrazioni legate alla religione cristiana.

Simbolo di questa tradizione ritrovata sono i famosi Mercati Pasquali, che si svolgono principalmente nella Piazza della Città Vecchia e in quella di Venceslao. In occasione di questa ricorrenza, le due splendide piazze si riempiono di un numero infinito di bancarelle dove il visitatore può trovare di tutto (cibo, bevande e prodotti artigianali di ogni genere, come giocattoli antichi, pupazzi, tessuti, ecc.) e può godere di una grande varietà di colori e profumi.

Tra tutte, però, le vere protagoniste sono le bancarelle delle uova, dove potrai trovare ragazze e signore di ogni età che dipingono e decorano le uova in maniera altamente artistica e dove potrai chiedere di realizzarti un uovo con il tuo nome o con un messaggio speciale.

L’importanza delle uova a Praga è legata ad un’antichissima tradizione pagana che tuttora viene celebrata e che vede gli uomini realizzare delle speciali fruste con ramoscelli di vimini per “frustare” le proprie donne e liberarle così dagli spiriti maligni e scongiurare possibili malattie. Le donne, poi, per ringraziare gli uomini di averle salvate, gli regalano un uovo decorato a mano personalmente e legano alla frusta un laccio colorato. Questa tradizione, che a noi può risultare alquanto bizzarra, è legata alla concezione pagana che vede le uova e la frusta simboli della rinascita e della fertilità e che viene celebrata in questo periodo in quanto coincidente con la fine dell’inverno. Se poi la fustigazione non fosse abbastanza, le donne possono essere anche prese in braccio e gettate nell’acqua fredda per il cosiddetto “bagno pasquale”, rituale realizzato sempre per il bene della giovane.

Da non perdere, inoltre, sono i numerosi spettacoli di musica e balli folkloristici che hanno luogo nelle piazze della città e le tipiche processioni dei bambini che si svolgono il mercoledì, il giovedì, il venerdì Santo e il sabato Bianco e che li vede sfilare scuotendo sonagli per spaventare Giuda.

La capitale Ceca si rivela, dunque, una volta in più, una destinazione unica, che regala ai suoi visitatori sempre un’atmosfera speciale, fortemente tipica, capace di portare il turista indietro nel tempo per permettergli di percepire, almeno per qualche giorno, il mistero di una città che continua a nascondere in ogni angolo una storia speciale.

Dato che, inoltre, si racconta che mettere piede nella capitale ceca permetta la realizzazione di un proprio sogno nascosto, il consiglio è quello di prendere l’occasione al volo e di affittare uno degli appartamenti a Praga che si trovano nel centro per poter vivere intensamente una città che non delude mai.

Rispondi