Il Salento in barca

In barca a vela alla scoperta del Salento? Si potrebbe pensare a un sogno vero e proprio, ma, sebbene sia un’esperienza da favola, non c’è nulla di più semplice da fare. Naturalmente, se si è in possesso di una barca, possibilmente a vela, l’avventura parte di sicuro avvantaggiata, ma anche in caso contrario non c’è nulla da temere, dato che si organizzano sempre più mini crociere in barca a vela alla scoperta del Salento e di tutte quelle che sono le sue tante bellezze. Del resto, negli ultimi anni si sta sviluppando una sorta di venerazione per il Salento, dato che viene considerata non solo una delle mete più gettonate per le vacanze estive, ma è anche considerata come una delle regioni più belle del mondo e a dirlo è una fonte autorevole come il National Geographic.

spiaggia

Qquesto lembo di terra che forma la parte più estrema del cosiddetto tacco d’Italia, è un vero e proprio gioiello o, ancora meglio, uno spettacolo della natura che si deve scoprire in ogni minimo dettaglio, in modo tale da entrare in contatto con la bellezza assoluta. Qui si incontrano il Mare Ionio e il Mare Adriatico e qui, in questo fazzoletto di terra, abbastanza grande ed esteso da essere considerato una vera e propria regione geografica, ci sono delle meraviglie imperdibili, a partire dalle spiagge selvagge e dal mare Bandiera Blu di Legambiente. Il Salento regala delle emozioni uniche a tutti coloro che vogliono visitarlo e chi decide di optare per la barca a vela è avvantaggiato, perché non ci può essere nulla di meglio che vivere il mare in tutte le sue sfaccettature, godendo a pieno di tutti i paesaggi che regala. Navigare con tutti i comfort possibili in queste calde acque è una esperienza indimenticabile che, in quanto tale, va fatta. Cosa non ci si può perdere quando si gira il Salento in barca?

La prima risposta potrebbe essere secca: nulla, dato che qui tutto è spettacolare e merita di essere visto. Se, però, si ha a propria disposizione poco tempo o si vuole focalizzare l’attenzione su alcuni punti piuttosto che altri, è meglio preparare una sorta di itinerario. Quello perfetto include tanto il versante ionico che il versante adriatico, dato che si tratta di paesaggi molto differenti e anche di mari con diverse caratteristiche. Pertanto, questo tour del Salento in barca deve partire da una località dello Ionio, magari Porto Cesareo, o da una località dell’Adriatico, come San Foca, ad esempio, per poi scendere verso Santa Maria di Leuca, punto di incontro dei due mari e risalire in direzione opposta. Sebbene si consigli di seguire il cuore e visitare tutto quello che maggiormente interessa o quello che le varie compagnie che offrono il servizio propongono, una delle cose che non si può non fare quando si pensa di girare il Salento in barca è una visita alle grotte salentina. Come sappiamo ce ne sono davvero tante, soprattutto nella zona compresa tra Torre dell’Orso, Otranto e Santa Maria di Leuca (qui info su Leuca). Ci si trova, quindi, sul versante adriatico del Salento, quello che, per antonomasia, è ricco di grotte e insenature. Partendo dal porto di Otranto, che si trova al centro della costa, si può configurare un bel percorso da fare in barca, per scoprire quelle che sono le bellezze della zona. Otranto, del resto, è anche nota come Porta d’Oriente, meta di diverse popolazioni che l’hanno conquistata e che hanno lasciato un segno, rendendola una delle zone più caratteristiche in assoluto. Tuttavia, mentre il centro della cittadina è una delle meraviglie del Salento, la costa meridionale è ancora selvaggia e incontaminata e, pertanto, ricca di vegetazione e non solo (maggiori notizie su Otranto). La costa a sud di Otranto è di origine vulcanica e, finendo a strapiombo sul mare, presenta una serie di cale e di grotte, sia sommerse che visitabili con barca.

Anche la costa settentrionale non è da meno, sebbene sia molto diversa, dato che è di formazione calcarea: qui si trovano, invece, lunghe spiagge sabbiose e paradisiache, che sono raggiungibili solo con una apposita imbarcazione. Queste calette, oltre ad essere dei veri e propri paradisi per chi ci arriva, sono anche ricche di vegetazione, ossia della caratteristica macchia mediterranea che trova nel Salento il suo territorio perfetto. Quando si pensa a un itinerario in barca, che sia alla scoperta delle grotte o meno, si deve anche pensare a diverse soste per tuffarsi in mare: come ci si può perdere un’occasione del genere? Dalla barca, inoltre, si godrà un paesaggio delizioso, potendo ammirare la costa da una nuova prospettiva. Dirigendosi verso Santa Maria di Leuca, poi si potranno ammirare le ville signorili, il fare che la caratterizza e tutto quello che c’è di bello in questa meravigliosa cittadina. Un’altra tappa da non perdere se si vuole visitare il Salento in barca è la Grotta di Zinzulusa, visitabile sia a piedi per un tratto abbastanza contenuto, sia, appunto, con una imbarcazione. Si può optare per una mini crociera alla scoperta delle grotte di Castro, tra cui la sopraccitata Grotta di Zinzulusa.

Cristian e Michelle

Quest’ultima è famosa per gli zinzuli, ossia quelle stalattiti molto simili a stracci, ma ci sono anche altre bellezze da scoprire come, ad esempio, la Grotta delle Striare, dove si possono visionare molti reperti di fauna preistorica, la Grotta Azzurra, che, seppur piccola, offre uno spettacolo mozzafiato fatto di luci e acqua, la Grotta Palombara, che, invece, prende il nome dai cosiddetti palummi, ossia dai colombi che abitano la zona, la Grotta Romanelli, anch’essa risalente al Paleolitico e per questo molto interessante.

C’è solo l’imbarazzo della scelta, non dimenticando, poi, che c’è tutta la magnificenza del versante ionico da scoprire. Insomma, il Salento regala emozioni per tutti i gusti e si adatta bene alle esigenze di coloro i quali arrivano in questa terra che offre tutto e, pertanto, non può deludere. Sole, mare e bellezze naturali la fanno da padrone e sono pronti a rubare il cuore di chiunque decida di optare per questa meta. Non si può rimanere immuni alla bellezza di una terra come questa e, di certo, una visita della costa in barca non potrà che aumentare l’innamoramento.

Non dimentichiamo, inoltre, che anche il soggiorno in questa penisola risponde ad ogni tipo di esigenza: dagli hotel ai b&b, dagli appartamenti per vacanze ai resort con spa in Salento come La Casarana, tra una navigazione e l’altra ci si può tranquillamente rilassare!

E per restare sempre aggiornati anche sugli eventi in tutto il Salento, visitate il sito eventi.leccenews24.it e scaricate il pdf per averli sempre a portata di mano!

Foto realizzate da Emauela Rizzo per nelsalento.com

 

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Rispondi