Lecce e le sue bellezze

Una delle prime cose a cui si pensa se si parla di Salento, è senza ombra di dubbio la città di Lecce che, del resto, ne è anche l’ideale capoluogo (oltre ad essere capoluogo di provincia). Per questo motivo, la città del barocco è diventata sempre più un’imperdibile meta turistica, che viene amata in tutto il mondo. Questo fa sì che sempre più turisti arrivino in quella bellissima terra che è il Salento, scegliendo proprio Lecce come base per il soggiorno. Del resto, Lecce è una città viva sia dal punto di vista turistico che dal punto di vista culturale e non si deve neppure trascurare la pienezza della sua vita notturna, rigogliosa in ogni periodo dell’anno e non solo l’estate, dato che si tratta di una città universitaria e molto giovane. Ma prima di parlare delle opportunità di divertimento che offre, vediamo quali sono le cose da vedere a Lecce.

Se si arriva per la prima volta in città, si sarà di certo colpiti dal fatto che si tratta di un centro a misura d’uomo. Pur non essendo piccolissima, Lecce è completamente visitabile a piedi, senza bisogno di macchina e neppure di mezzi pubblici. Le sue bellezze sono quasi tutte concentrate nel centro storico, che trasuda bellezza e rimanda a un tempo passato che fu molto clemente con la città. Quasi tutto quello che si deve vedere assolutamente si trova all’interno del centro storico che, a sua volta, è delimitato dalle famose porte. Attualmente ne rimangono in piedi 3, che sono corredate anche di mura urbiche e che sono al centro di un grande progetto di restauro, così come le porte. Nello specifico, abbiamo Porta Napoli, Porta Rudiae e Porta San Biagio: ciascuna di esse garantisce l’accesso al centro storico e non sono distanti l’una dall’altra, tanto da poter essere raggiunte a piedi in pochissimo tempo. Come detto, custodite tra queste porte ci sono tutte le bellezze di Lecce.

Volendo iniziare a parlare del monumento più bello è imperdibile c’è l’imbarazzo della scelta, dato che si tratta di una città interamente da vedere. In ogni caso, potremmo cominciare con la chiesa più famosa, ossia la Basilica di Santa Croce (qui il sito ufficiale), che è una vera e propria chicca per tutti gli amanti del barocco leccese e non solo per loro. Si tratta della struttura architettonica più imponente della città e anche quella che rimane più impressa nell’immaginario collettivo. Si trova in pieno centro, alla fine di un vicolo che parte da un’altra delle bellezze della città, ossia Piazza Sant’Oronzo. La basilica è stata costruita in oltre un secolo e questo perché tutti i dettagli sono stati curati con dovizia di particolari. Del resto si tratta di una delle chiese più importanti non solo di Lecce, ma della Puglia e dell’Italia tutta. Il suo rosone è su tutti i libri di storia dell’arte, mentre la sua bellezza mozzafiato è conosciuta in tutto il mondo. Si tratta di un monumento imperdibile per chi arriva a Lecce, così come tutta la zona circostante.

Come detto, Piazza Sant’Oronzo è molto vicina. Questa è la piazza principale della città, quella che un tempo era il fulcro di tutte le attività e lo si capisce molto bene se si osserva l’anfiteatro romano che la fa da padrone. Si tratta di una testimonianza molto importante dell’epoca romana e venne fatto costruire nel II secolo d.C. Tuttavia, la scoperta di questa meraviglia è relativamente recente, dato che solo dopo la fine della seconda guerra mondiale è stato riportato alla luce. Naturalmente, quella che è in questo momento visibile al pubblico è solo una parte del teatro: il resto quasi sicuramente rimane sepolto sotto piazza sant’Oronzo che ospita anche tantissime altre bellezze che non possono di certo essere abbattute. Stiamo parlando della statua di Sant’Oronzo, protettore della città e dei leccesi, e del cosiddetto Palazzo del Sedile, che oggi ospita mostre ed esposizioni di vario genere, ma che in passato fu sede del Municipio. Sulla piazza si affacciano anche la chiesa di San Marco e quella di Santa Maria della Grazia, che contribuiscono a fare da cornice al tutto.

Proseguendo verso la piazza del Duomo, non si può non fermarsi nella bellissima Chiesa di Santa Irene dei Teatini, con annesso convento, ormai dismesso. Fino al 1656, Santa Irene era protettrice della città e, pertanto, la chiesa a lei dedicata è ricca di dettagli e opere d’arte di un certo valore. Ma proseguendo ancora dritto, si arriva a quella che è la vera meraviglia: la piazza del Duomo. Il Duomo è la chiesa madre della città di Lecce e ospita nella stessa piazza anche la sede del vescovo. Si tratta di un complesso imponente e mozzafiato, che di sera viene illuminato ad arte in modo da renderlo ancora più spettacolare. Questi sono solo alcuni dei monumenti imperdibili di Lecce, bella in ogni suo angolo e tutta da girare e da scoprire.

duomo

Per chi ama, invece, le zone più frequentate dai giovani e più piene di divertimento, consigliamo la affollatissima piazzetta Santa Chiara, centro nevralgico della movida leccese, che dà accesso a quella che è definita la via dei pub, data l’altissima concentrazione di locali, più o meno storici, e di ristoranti e pizzerie. In ogni strada che si trova nel centro storico c’è un localino caratteristico, una vineria, un pub, un punto di ritrovo e tutto questo rende Lecce una città molto animata e viva, non solo in un punto, ma ovunque. La bellezza della città è appunto questa: si trova sempre qualcosa da fare, un posticino in cui ritrovarsi a bere e a chiacchierare e si trova sempre il modo per passare una serata in totale allegria. Molto ricco è anche il calendario degli eventi, da quelli musicali a quelli teatrali, da quelli ecclesiastici a quelli laici.

Lecce è una città per tutti i gusti e per tutte le età, perché sa offrire a ciascuno esattamente quello che cerca e sa conquistare i cuori di chi arriva e non vuole più andarsene. Il quadro sembrerebbe perfetto, ma dobbiamo ricordare anche la vicinanza al mare, che rende il tutto ancora più interessante.

Foto realizzate per Nelsalento.com

Rispondi