La Russia, San Pietroburgo e Mosca

San PIetroburgo, Mosca

San PIetroburgo, Mosca

 

Foto  di Pubblico Dominio

Siamo in Russia in una terra che nei secoli ha subito una miriade di trasformazioni. Oggi è una Repubblica presidenziale federativa, è considerata, a ragione, un’enorme potenza ed è stata un vastissimo impero. Già nel IX secolo era raccontata nelle antiche cronache come la selvaggia terra degli Slavi d’Oriente. Si sviluppa su oltre seimila chilometri è lambita dall’Oceano Artico e dall’Oceano Pacifico. Il suo territorio così vasto tocca anche diversi tipi di clima in netto contrasto tra di loro: si passa dai meno 50 °C della tundra orientale agli oltre venti gradi della temperatura media che si registrano durante la stagione estiva.

Un viaggio in questa terra è una impressionante catena di armoniose contraddizioni: le sue antichissime cittadelle, le sue architetture perfette che si affacciano sulle acque di San Pietroburgo, tutto qua stupisce ed incanta come un viaggio all’interno di una favola.

Chi decide di intraprendere un’avventura in Russia dovrà adempiere ad una serie di documenti e di formalità doganali, in primis tutti i documenti necessari per il viaggio: passaporto originale con validità residua di minimo sei mesi dalla data di rientro, con minimo due pagine libere consecutive in buone condizioni, visto che il consolato Russo in questo senso non accetta passaporti usurati; il visto (per ottenerlo sono necessari 1 fototessera).

Il clima russo più umido a San Pietroburgo, ha estati calde dal mese di giugno al mese di luglio, dalla fine del mese di agosto il clima inizia a cambiare e si sente la “zolataja osen”, ossia l’arrivo dell’autunno dorato. Gli inverni sono secchi e freddi fino a tutto il mesi di aprile quando inizia il disgelo e la primavera. Comunque anche durante i mesi estivi e primaverili è bene ricordare di mettere in valigia un k-way e un paio di scarpe antipioggia.

 

San PIetroburgo, Russia

San PIetroburgo, Russia

Foto CC BY-SA di Kor!An

La moneta ufficiale è il rubio, gli euro vengono comunemente cambiati, e sono generalmente accettate le carte di credito.

In un viaggio in Russia non dovrebbero mancare delle mete classiche: Mosca e San Pietroburgo.
Un esempio di tour potrebbe essere questo: arrivo il primo giorno di vacanza a San Pietroburgo e giro panoramico della città. Una passeggiata nel piazzale delle Colonne Rostrate, nel Campo di Marte, nella Piazza del Palazzo con la colonna Alessandrina, nella Piazza di Sant’Isacco e all’Ammiragliato. Imperdibile una visita alla Fortezza dei Santi Pietro e Paolo, con la Cattedrale realizzata in stile barocco con l’alta guglia dorata, con la cappella dove si trovano le tombe della famiglia Romanov. Non può mancare una visita delle sale più belle del Museo Ermitage, un fiore all’occhiello della città.

Non basta certo un giorno per visitare San Pietroburgo. Sono tantissime le cose da fare e da vedere e, anche con un’attenta programmazione degli itinerari, è facile perdersi nell’immensità delle sue costruzioni, delle sue piazze. La vacanza continua con la visita della reggia di Caterina a Pushkin con il suo maestoso parco e la sua sala d’ambra. Bello anche visitare il parco della residenza estiva di Petrodvorests che sfoggia fontane stupende con meravigliosi giochi d’acqua.

Anche Novgord è una meta imperdibile , si tratta di un antico principato che risale all’epoca della grande Rus che conserva i suoi tesori in uno scenario da fiaba: boschi e villaggi di isbe.

Da Pietroburgo si raggiunge facilmente Mosca in treno. Una passeggiata per la città con la Piazza Rossa, le Colline dei Passeri, la movimentata via Tverskaja vi farà assaporare l’aria che si respira a Mosca. Imperdibile una visita al Cremlino, cuore del potere sino dal XII secolo.
Imperdibile anche la visita alle tre delle cattedrali dalle cupole d’oro che sfoggiano affreschi pregiatissimi a testimonianza di quelli che erano gli splendori dell’epoca degli Zar.

Mosca, Russia

Mosca, Russia

Foto CC BY-SA di Alvesgaspar

Molto interessante anche la visita al complesso monasteriale di Novodevicj, con la cattedrale di Nostra Signora di Smolensk. Non può mancare una visita alle Galleria Tretjakov che custodisce le icone del noto monaco ed artista Andrej Rubley. Sempre in tema di musei citiamo il Museo delle Arti Figurative (Pushkin) nell’arte della pinacoteca dove troviamo diversi capolavori di Rembrandt, di Rubens, Botticelli, Murillo, Costanble, Hopper, Picasso, Gauguin, Renoir, Degas, Cézanne, Matisse.

Tra i centri spirituali principali della Chiesa ortodossa c’è il complesso monasteriale di San Sergio, Sergjev Posad, che sfoggia chiese bellissime.

Nei pressi di San Pietroburgo si può visitare la bellissima Novgord, si tratta di una delle città più antiche della Russia ortodossa , una vera culla dell’arte e della cultura e un centro spirituale molto importante. Anche Pskov una delle cittadine più antiche e sacre della Russia. Qui si può visitare il Monastero Mirozhkil e la Cattedrale della Trasfigurazione ed il Museo d’arte Pagankino che custodisce reperti antichissimi. Interessante anche il villaggio di Isborsk con la sua fortezza e con il Monastero dell’Assunzione di Petchory.

I dintorni di Mosca ci offrono luoghi altrettanto meravigliosi come la città di Jarosvità con il suo monastero della Trasfigurazione e la Chiesa della Natività; o come Suzdal, dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e cuore della Russia ortodossa antica. Interessantissima Vladimir, antica capitale del regno di Kiev con la famosa Porta d’Oro e con le sue Chiese risalenti al XII secolo.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Rispondi