Alla scoperta della Croazia

La Croazia è una meta molto apprezzata, merito della splendida costa , della sua natura incontaminata che conta tra l’altro otto parchi nazionali, delle sue secolari città portuali.

A Pula , nel nord – ovest si può esplorare Istria , una penisola verde con stretti legami culturali con l’Italia settentrionale . Popolare tra gli italiani, anche per merito della sua accessibilità , è anche la regione più altamente organizzata in termini di strutture turistiche ed infrastrutture.

Le colline ondulate degli interni sono coltivate ​​a vigneto e danno alla luce il ricco vino rosso Terrano e tartufi pungenti rinvenuti nei suoi boschi . Ideale per una vacanza all’insegna del buon cibo e della natura, grazie alla possibilità di escursioni.
Più aspra e selvaggia e meno sviluppata, la Dalmazia. Le sue isole profumano di pino e vantano il caldo clima mediterraneo. Qui si possono ammirare i meravigliosi edifici storici , Dubrovnik e Spalato, entrambi considerati patrimonio mondiale dell’Unesco, e le spettacolari Alpi Dinariche.
Le isole più visitate sono le Hvar, un ritmo più lento scrorre a Korcula, con il suo centro storico medievale, e Pag, dove durante l’estate vengono ospitati una serie di festival musicali.

VeliLosinj

Veli Lošinj, città all’isola di Lošinj, Croazia

Foto CC BY di Žiga

Isole a parte, la costa dalmata può essere esplorata noleggiando un auto e guidando da Dubrovnik a Spalato, attraversando la penisola di Peljesac, un paradiso per i buongustai con i suoi vigneti collinari che producono il potente rosso Dingac, e ancora Ston Bay, con le sue ostriche e Makarska Rivijera, con le sue belle spiagge di ghiaia e le acque turchesi, sostenute dalle alture imponenti del monte Biokovo.
In alternativa, puntare sulla capitale, Zagabria, e poi noleggiare un’auto e guidare (o prendere il treno) di fronte a Fiume o giù per Spalato per esplorare, rispettivamente, l’Istria e la Dalmazia. E’ quasi d’obbligo una sosta al Parco Nazionale di Plitvice per vedere le spettacolari cascate e i laghi più visitato nell’entroterra.
Un’opzione interessante e ideale per le famiglie , è quella di affittare una casa . Alcune delle proprietà più belle della Croazia sono in nell’entroterra dell’Istria , dove molti vecchi casali in pietra sono state restaurati e arredati con gusto per renderli confortevoli case vacanze immersi in giardini con piscine.

Le case vacanza sono normalmente affittate su base settimanale (da sabato a sabato) e sono dotate di una cucina completamente attrezzata , lenzuola e asciugamani . I loro proprietari sono normalmente più che felici di offrire consigli su cose da fare e vedere nella zona.

Croazia - CASCATE KIRK

Croazia – CASCATE KIRK

Foto CC BY di katisma

 

In Croazia ci sono tanti monumenti e complessi urbani considerati patrimonio dell’ Unesco. Come la Città vecchia di Dubrovnik , contenuta all’interno di splendide mura medievali , o come la vecchia città di Spalato che si incentra sul Palazzo di Diocleziano, o come il centro storico di Traù , con le sue case medievali e la cattedrale romanico- gotica , come la Basilica Eufrasiana, a Parenzom risalente al 6 ° secolo con i suoi scintillanti mosaici bizantini e la cattedrale gotico-rinascimentale sita a Sibenik risalente al 15 ° secolo.

Interessanti anche il borgo fortificato medievale di Motovun ad Istria del 16 ° secolo, il castello Veliki Tabor a Zagorje vicino a Zagabria , il centro storico di Varazdin , con i suoi palazzi barocchi e il castello, le chiese romaniche di Zara ; il centro della città medievale di Korcula costruita su una piccola penisola fortificata , le mura medievali di Ston e saline a Peljesac .

Molte città portuali lungo la costa portano i tratti distintivi dei secoli passati sotto i veneziani in particolare Rovigno in Istria , e la città di Rab e la città di Hvar sulle rispettive isole della Dalmazia .

Chi visita la Croazia non dovrebbe perdersi gli Affreschi istriani

Si trova nell’entroterra di Istria, in una chiesa sulla collina, decorata con uno straordinario ciclo di affreschi di Vincenzo da Castua risalenti al 1474 , raffiguranti scene della vita di Cristo. Gli affascinanti ” Affreschi istriani ” accompagnano attraverso un paesaggio ondulato e borghi medievali , Beram e diverse altre chiese , tra cui la Chiesa di San Girolamo ad Hum decorata con affreschi bizantini del 12 ° secolo.

La antica storia di Zara (storia di 2000 anni) si può raccontare attraverso la visita alle numerose chiese romaniche, al mercato coperto del pesce , per le pittoresche strade.

Le regioni costiere dell’Istria e della Dalmazia sono famose per il pesce fresco dell’Adriatico . Qui si possono gustare una serie di piatti a base di frutti di mare , di pesce alla griglia o cucinato in tanti altri modi.
Con il suo caldo clima mediterraneo, la regione costiera gode anche di una gamma in continua evoluzione di prodotti freschi di stagione , come saporiti pomodori, peperoni, melanzane e zucchine disponibili in abbondanza per tutta l’estate . Nell’entroterra di Istria i tartufi sono la specialità locale, la raccolta del tartufo si svolge in autunno.

I vini croati sorprendono, anche se sono poco conosciuti all’estero. L’Istria è conosciuta per il Teran rosso e per la Malvasia , mentre nella regione del Quarnero l’isola di Krk produce il bianco Zlahtina .

La Dalmazia produce il vino più ambito della Croazia , il Dingac rosso , che arriva dai vigneti della penisola di Peljesac. I vini bianchi della Dalmazia sono Posip e Grk dell’isola di Korcula , e il Vugava dall’isola di Vis . Molti dei vigneti più grandi aprono le loro cantine per la degustazione del vino durante la stagione turistica .

Krka_Croatia

Parte inferiore del fiume Krka, Croazia. K. Korlević (Korlević)

Foto CC BY di Kork 

Volendo si può approfittare della vacanza in Croazia per seguire i corsi di cucina

Nel villaggio di pietra abbandonato di Malo Grablje , vicino a Milna sull’isola di Hvar , Berti Tudor , che gestisce il ristorante Stori Komin ( Vecchio Camino ) , tiene corsi di cucina che durano mezza giornata . Si inizia con la scelta di verdure, insalate ed erbe direttamente dal suo giardino , e si prepara un pasto su braci ardenti , con abbondante olio d’oliva e vino. . I corsi mattutini culminano con il pranzo , e i corsi del tardo pomeriggio con la cena .

È possibile prenotare una lezione di cucina con Berti attraverso Hvar Tours (00385 91 1741 028 ; mthvar.com ).

La penisola di Peljesac è il luogo perfetto per chi vuole degustare i vini . Per una introduzione ai vini prodotti si può contattare il vinaio Mario Bartulovic . La sua giornata di visita guidata porterà a tre cantine locali per la degustazione , e comprende una passeggiata attraverso i vigneti rocciosi di Dingac, a picco sul mare a Potomje e ad un pranzo in una cantina del 16 ° secolo. ( 00385 20 742 506 ; vinarijabartulovic.hr )

Gli incontaminati paesaggi marini della Croazia e gli spettacolari paesaggi rocciosi offrono il contesto ideale per fare delle vacanze attive .
Alcuni dele più imponenti catene montuose sono stati designate parchi nazionali: Risnjak , il Parco Nazionale di Paklenica e Nord Velebit, tutti attraversata da reti di sentieri escursionistici . Mountain bike, arrampicata e speleologia sono le principali attività. Ma non mancano neppure il Rafting e canyoning , in particolare lungo il fiume Cetina vicino a Omis e il fiume Zrmanja vicino a Zara, entrambi in Dalmazia .

Il paesaggio istriano è caratterizzato da dolci colline verdi , ideali per il ciclismo .

La costa adriatica con le sue isole sparse è un paradiso per la vela . Numerose compagnie charter affittano barche , generalmente su base settimanale ( da sabato a sabato ) , con la possibilità di uno skipper indispensabile se non si dispone di una licenza di navigazione.

Come arrivare

In auto
Per entrare in Croazia e necessario avere la patente di guida, il libretto di circolazione e la carta verde dell’assicurazione dell’autoveicolo.
Per arrivare in croazia si possono percorrere diverse strade, ne nominiamo solo quelle piu conosciute: Trieste/Villa Opicina/Lubiana/Zagabria (242 km); Tarvisio/Passo del Predil/Kranj/Lubiana/Zagabria (239 km). Se volete raggiungere l’Istria da Trieste seguite le indicazioni per Capodistria-Pola (A9); se volete poi’ prolungare per Fiume seguite le indicazioni per -Fiume; mentre se desiderate visitare la Dalmazia percorrete l’autostrada Zagabria-Spalato (A1) oppure la strada costiera Fiume-Zara (220 km, che pero’ e piu lunga).

In aereo
Gli aeroporti principali della Croazia sono Zagreb, Split e Dubrovnik. Per raggiungere gli aeroporti minori (Pula, Zadar, Rijeka – isola di Krk) bisogna viaggiare via Zagreb. Da quasi tutti gli aeroporti europei, gli aerei volano per Zagreb e da Zagreb potete continuare il vostro viaggio per la costa. La distanza aerea da Zagabria ad alcune grandi citta europee: Vienna 360 km, Parigi 1410 km, Bruxelles 1355 km, Praga 620, Budapest 350 km, Roma 880 km

In nave
Le linee ordinarie di passeggieri e di navi-traghetto collegano i porti italiani ( Venezia, Trieste, Ancona, Pescara e Bari) con quelli croati. Linea di nave-traghetto giornaliera collega Fiume e Spalato durante tutto l’ anno. La linea poi prosegue per Dubrovnik tre volte alla settimana. Le navi-traghetto che partono da Fiume verso la costa del sud sono una soluzione ottima per gli autisti che possono evitare una faticosa guida lungo la bellissima costa.
Traghetti e i catamarani collegano le isole di Cres, Lošinj, Rab, Pag, Ugljan, Pašman, Dugi Otok, Iž, Šolta, Brač, Hvar , Vis, la penisola Pelješac, Korčula, Lastovo e Mljet con la costa.

In treno
passando per l’entroterra e Zagabria, si puo’ arrivare in treno anche direttamente a Rijeka, Zara, Šibenik e Spalato, ma il viaggio necessita di diverse coincidenze che rendono il viaggio piuttosto lungo… Non esiste una linea ferroviaria lungo la costa e non e possibile lo spostamento tra le localita balneari in treno. In treno si possono raggiungere solo i principali porti che sono collegati con Zagabria.
Linee di collegamento ferroviario
Le ferrovie dello stato detengono i principali collegamenti tramite treni intercity e eurocity:
EC “Mimara”: Monaco di Baviera – Salisburgo – Villach – Lubiana – Zagabria
IC “Croatia”: Vienna-Maribor-Zagabria
IC “Kvarner”: Budapest – Zagabria -Rijeka (Fiume)
IC “Drava”: Budapest – Koprivnica – Zagabria – Lubiana ; Venezia
http://www.uniline.hr/croazia/come_arrivare.php

Rispondi