Brasile: colore, sorrisi e ritmo

brasile

Se avete in progetto un viaggio in Brasile, questo è un ottimo momento- e non solo  perchè potremo valutare la sua capacità di organizzazione e di ammodernamento visto che nel 2014 il Brasile ospiterà la Coppa del Mondo ei Giochi Olimpici (quelli due anni dopo).

Dopo decenni di “overselling” e una manciata di destinazioni balneari provate e testate , il Brasile ora invita i viaggiatori ad esplorare anche altre destinazioni . Anche i turisti moderatamente avventurosi possono addentrarsi nelle profondità del Pantanal , nelle immense zone umide del sud, o in auto per le meravigliose le strade costiere del nord – est . Gli intrepidi amanti del mare possono mescolarsi con i viaggiatori brasiliani sulla Costa Verde , a Fortaleza e nelle località di Santa Catarina.

brasile

Salvador da Bahia

A Brasilia si può vedere ciò che l’architettura futuristica ipotizzava negli anni Sessanta , a São Paulo si possono trovare alcuni dei migliori prodotti alimentari del Sud America , Salvador da Bahia è il miglior posto per respirare  la cultura afro-brasiliana , e ad Olinda e Ouro Preto si possono ammirare tesori coloniali.

E poi l’imperdibile Rio, le cascate di Iguaçu , il Rio delle Amazzoni e la foresta pluviale . Nei pressi di tutti questi luoghi si trovano alberghi , ristoranti e tantissimi servizi.

Quando andare

Non c’è nessuna ” stagione migliore ” in un paese così esteso. In generale, il nord è sempre caldo, e il tempo è umido o piovoso, soprattutto nell’entroterra .

Il bacino amazzonico domina il Brasile e le piogge più pesanti cadono tra dicembre e maggio . Se si va quando le foreste sono allagate , si possono ammirare primati , un sacco di uccelli , caimani e delfini di fiume .

La costa da Belém a Rio è generalmente soleggiata. Sulle spiagge settentrionali , può essere piuttosto caldo: a Fortaleza la media è 26 – 28 gradi  . Le piogge sono più frequenti e forti di dicembre e danno tregua nel mese di luglio . A sud di Rio , nelle regioni subtropicali , l’ inverno australe va da luglio a settembre e le temperature a Florianópolis possono scendere anche a 10 gradi nel mese di luglio .

brasile

Il Brasile è il quinto paese più grande al mondo. Tenuto conto della sua vastità , una vacanza in questo luogo  può combinare diverse destinazioni . Ma è bene controllare le durate dei viaggi prima di decidere un itinerario: occorrono nove ore (con un cambio) per il tragitto da Boa Vista a nord di Porto Alegre , nel sud , la distanza su strada è di circa 3.250 miglia .

L’approccio migliore è quello di decidere il tipo di vacanza che si desidera – spiaggia, natura , trekking , birdwatching , storia , città , sport acquatici – e poi fare un piano . Se volete una vacanza in spiaggia , tutto relax, una settimana potrebbe essere sufficiente , per visitare un paio di posti avrete bisogno invece di almeno 10 giorni. C’è differenza  anche tra le spiagge di Fortaleza , dove vedrete più i brasiliani , e Florianópolis , dove è possibile incontrare orde di turisti argentini .

Chi ama la storia può invece optare per Ouro Preto , Olinda e il quartiere Pelourinho di Salvador , per esempio, oppure per destinazioni più trascurate (turisticamente parlando) come Brasilia , Sao Luis e Belém , dove si può trovare più cultura di quanto si pensi.

brasile
La più grande attrazione del Brasile è , senza dubbio , la sua natura selvaggia. Un viaggio con il tema natura potrebbe includere avvistamenti del timido giaguaro e il lupo dalla criniera dall’aspetto bizzarro . Ma non dimenticate i paesaggi costieri e nemmeno la particolarità degli indigeni.

Rio de Janeiro , la Costa Verde e São Paulo

Rio de Janeiro entusiasma i visitatori come bambini che vedono per la prima volta il luna park, indipendentemente dal numero di fotografie che hanno visto del Pan di Zucchero del Cristo Redentor e della stravagante samba. Spogliato del suo status di capitale del Brasile nel 1960 questo luogo riesce bene a riassumere lo spirito del Brasile. Movimentata anche la vita notturna  con i  ristoranti e bar , la cultura, l’arte. I residenti della città , i carioca , possiedono un’ inimitabile joie de vivre.

brasile

Lontano dal mare si trovano gallerie d’arte , come il Museu Nacional de Belas Artes e il delizioso MIAN (Museo di Arte Naïve ) , questi uniti all’architettura brutalista del centro, valgono mezza giornata di viaggio .

A est di Rio , troviamo Niteroi , ex casa del l’architetto Oscar Niemeyer e sede del Museo di Arte Contemporanea , e , 100 miglia più in là, si trova Armação dos Búzios . Normalmente abbreviata in Búzios , questa penisola di insenature e piccole spiagge è stata resa famosa da Brigitte Bardot negli anni Sessanta e attira ancora la bella gente di Rio.

Piuttosto che volare da Rio a San Paolo , si può fare un viaggio lungo la cosiddetta Costa Verde ; tour operator come Audley Viaggi e Last Frontiers possono organizzarlo per voi.
brasile

Da nord a sud , grandi ponti sul percorso di 375 miglia comprendono l’isola incontaminata di Ilha Grande e bella Paraty, Ubatuba e São Sebastião per le loro spiagge , Ilhabela , un’altra isola , per la vela e il trekking , e , infine , Santos , per vedere lo stadio che ha conosciuto ed alimentato il talento di Pelé , il più grande nome nel calcio brasiliano .

La Costa Verde , bagnata dal caldo, mare pulito e orlate da boschi della Mata Atlântica , è stata a lungo un condotto di fuga dalle due megalopoli . Esplorarla  è un ottimo modo per coniugare il buon pranzo e soggiorni in eleganti hotel sulla spiaggia e altre attività come immersioni, passeggiate, ciclismo , kayak e surf.

Sao Paulo è una città schizofrenica . I suoi abitanti , i Paulistanos, quelli più ricchi, usano elicotteri per andare in giro , perché il traffico è tremendo ( l’anno scorso , gli ingorghi 112 miglia sono stati segnalati come ” media ” ) . Per ottenere il massimo da una visita è bene  prenotare un hotel sciccoso il Fasano e limitare uscite per i ristoranti di Jardins , passeggiate lungo l’ Avenida Paulista , viaggi in taxi per le gallerie d’arte (in particolare la Pinacoteca do collezione d’arte brasiliana Estado e l’arte MASP museo) e un pic-nic nel Parco architettonicamente.

brasile

Belém , Manaus  e l’Amazzonia

Belém e Manaus sono i posti per iniziare o finire un viaggio in battello tradizionale in Amazzonia . Qui regnano pace e la tranquillità, calore e umidità.
Si può interrompere il viaggio a Monte Alegre per ammirare le pitture rupestri preistoriche , scoperte nel 1850 dal naturalista britannico Alfred Russel Wallace , a Santarém si può  visitare Fordlândia ( un’utopia industriale abbandonata nella foresta pluviale ), le spiagge di Alter do Chao  e Parintins per la loro architettura coloniale ben conservata.

Come le navi si avvicinano  aManaus , attraversano l’ Encontro das Águas , dove il Rio delle Amazzoni incontra il Negro, un importante affluente . Qui le tonalità cioccolato assorbono le acque color thè , ma dove si incontrano è visibile una linea chiara .

A Belém (non Belen!!) vale la pena visitare il vivace e tradizionale mercato Ver- o-Peso , i magazzini portuali elegantemente ristrutturati conosciuti come la Estação das Docas , e , a 56 metri di distanza, la più grande isola fluviale del mondo : Ilha do Marajo: ha le dimensioni della Svizzera , è in gran parte disabitata ed è sede di gru e mandrie di bufali d’acqua .

brasile

Teatro Amazonas

Manaus, capitale dello stato di Amazonas, è famosa per il suo teatro , il Teatro Amazonas , che ha aperto nel 1896.
Si possono fare escursioni in idrovolante , e crociere di quattro giorni fino al Rio Negro da Manaus per vedere  Anavilhanas – un immenso arcipelago di isole fluviali .
A monte di Tefé si può soggiornare un confortevole albergo-giungla come il Uakari Lodge ( uakarilodge.com.br ) nella riserva naturale Mamirauá – la più grande pianura alluvionale del mondo.

Fortaleza , Natal e São Luis

Pochi stranieri visitano l’estremo nord – est del Brasile , ma le città di São Luis e Fortaleza sono molto amate dai turisti brasiliani . Il primo è ben noto per il suo carnevale e Bumba Meu Boi per le feste popolari , per le sue fondazioni francesi e la bella architettura.

La Rota do Sol , a sud di Natal , scorre decine di località balneari . Pipa ha una serie impressionante di spiagge , sostenute da suggestive scogliere , e vi è una zona con una grande popolazione dei delfini .

Saol-Paolo

São Luis

A cinque ore di macchina – o di 183 miglia – a nord di Fortaleza c’è Jericoacoara ( ” Jeri ” ) , un villaggio isolato , circondato da dune e lagune , che è stato quasi una vittima del suo stesso successo . E ‘ultra – alla moda e popolare tra i proprietari di yacht.

Nell’entroterra di Natal e Fortaleza troviamo pianure aride , qui la vita si muove ad un ritmo molto più lento.

Poco più di un’ora di aereo da Natal si trova  l’ arcipelago di Fernando de Noronha . Qui , 21 isole formano un parco marino che attira i subacquei da tutto il mondo per vedere le tartarughe verdi le balene, gli squali i pesci pagliaccio , anemoni e pesci pappagallo . Le spiagge sono splendide.

Salvador, Recife e le spiagge del Nordeste

E ‘ a Salvador, la capitale dello stato di Bahia , che l’influenza africana sulla cultura brasiliana è più molto sentita , sia nel centro storico della città che nella cucina locale pungente che nel carnevale , che è enorme e pittoresco , ma meno commerciale rispetto a quello di Rio .

Salvador, fondata nel 1549 su un promontorio sopra la Baia de Todos os Santos , ha decine di siti storici, tra cui splendidi edifici ecclesiastici , l’ Elevador Lacerda – un vecchio ( anche se futuristico per il periodo di costruzione, il 1873), ascensore che collega le città superiori e inferiori – e diversi musei e mercati .

A sud di Salvador  si trovano Trancoso e Porto Seguro , entrambi noti per le vivaci feste in spiaggia.

TeatroAmazonas

Circa 260 miglia di navigazione interna ed eccoci a  Lençois , una ex città mineraria di diamanti con un’ aria coloniale e , nelle vicinanze, il Parco Nazionale della Chapada Diamantina . Il luogo ammalia con la formazione rocciosa, le grotte , le cascate, le gole e le piscine scintillanti.

Proseguendo verso nord , la strada passa attraverso Sergipe e Alagoas , due Stati costieri poco noti ai viaggiatori. Se siete in auto, potete fermarvi a Penedo , una città coloniale ben conservata , e Maceió , che ha belle spiagge urbane e ottimi ristoranti .

A quanto pare in Brasile c’è davvero tutto per tutti. Denominatore comune? colore, ritmo e sorrisi.

Rispondi